C.P. Company Uomo Online, lo stile smart casual

Non ci sono brand del Made in Italy, che abbiano fatto la storia della moda casual, che Kissuomo non abbia: per questo, al novero delle nostre marche non poteva mancare la collezione C.P. Company uomo online! Questo brand ha una storia unica alle spalle, fatta di creatività e grande capacità imprenditoriale, che l’hanno fatto diventare un must per chi ama un lifestyle easy, sia in Italia che all’estero. Non a caso, C.P. Company deve l’80% del suo fatturato proprio all’esportazione.

Un storia lunga quasi 50 anni

È dal 1971 che C.P. Company ci stupisce con la sua fantasia e con la creatività che la contraddistinguono. Da quando, cioè, Enzo Fusco incontrò Massimo Osti, designer nel mondo della grafica pubblicitaria: i due sono i veri fondatori del brand che da allora ha segnato un’epoca, quella dello sportswear e della moda maschile. Fusco chiese a Osti di disegnare una collezione di t-shirt utilizzando le stesse tecniche della grafica, cioè come se stesse disegnando su carta. Il risultato fu esplosivo e, da lì a creare una collezione intera di abbigliamento maschile, il passo fi davvero breve. Ma non solo: i due divennero anche soci in affari! 

Se ti stai chiedendo come mai questo marchio si chiami C.P. Company, eccoti accontentato: il nome viene dalle iniziali di Chester Perry, l’azienda dove lavorava il popolare protagonista di un fumetto degli anni 70, di nome Bristow (e, ti ricordiamo, Massimo Osti è un grande appassionato di fumetti!). Solo nel 1978, per semplicità Chester Perry Company divenne C.P. Company. Negli anni 80, questa florida e particolare azienda venne adocchiata da un tycoon della moda, Carlo Rivetti, che ne acquisì prima il 50% e poi il 100%, da Trabaldo Togna che, nel frattempo, ne aveva acquistato una parte. 

Grandi innovazioni tecniche

Ma torniamo ai tempi del nostro Massimo Osti: la sua creatività non si fermava certo al design dei capi, ma interveniva con prepotenza anche nelle lavorazioni. Proprio a lui dobbiamo la tecnica “tinto in capo”, un metodo davvero rivoluzionario: realizzando capi in tessuti diversi, con una sola tintura era possibile avere un risultato tono su tono, perché i colori reagivano diversamente proprio a causa dei differenti materiali. E questo fu solo l’inizio, perché C.P. Company è sicuramente un brand nel quale le tecniche di tintura dei capi sono davvero un segno distintivo. 

La filosofia del brand

Se sei cliente di questo grande marchio, ti sarai già accorto che alla base della sua filosofia ci sono due capisaldi: creazioni che derivano dall’attenta analisi delle funzioni dell’abbigliamento militare e da lavoro, da una parte, e la vera e propria trasformazione dei tessuti grazie all’applicazione tecnologica del colore, dall’altra. 

Sui designer del brand, Massimo Osti in testa, l’uniforme ha da sempre esercitato un fascino particolare, forse per l’eleganza e l’ordine, forse per la sua funzionalità: qualunque sia la motivazione, sta di fatto che le collezioni C.P. Company, fin dall’inizio, hanno denunciato un certo “fervore”militare. Da questo lavorio, nasce il capo più famoso in assoluto del marchio, modello continuativo che a ogni collezione ci stupisce con i suoi ritocchi: la celeberrima Goggle jacket, vera icona del brand. 

Nascita di un mito

La Google Jacket è una giacca da uomo che nasce per i piloti della Mille Miglia; la sua particolarità sono le lenti inserite direttamente nel cappuccio o sulla manica, studiate per aiutare i piloti durante la competizione. L’idea arrivava direttamente dalle divise della guardia militare giapponese, che in questo modo, proteggevano i soldati soprattutto dal vento. Come puoi notare, è proprio di questo che ti parlavamo, raccontandoti di come Osti & co. siano stati attenti nello studio di ogni dettaglio dell’abbigliamento militare per portare la sua funzionalità nella vita di tutti i giorni. L’idea è così piaciuta agli aficionados del brand che, oggi, queste grosse lenti si trovano inserite anche nei cappucci delle maglie e delle felpe o disegnati sulle t-shirt, come motivo decorativo ricorrente. 

Una collezione all’insegna dei tessuti più innovativi

Come sai, le collezioni C.P. Company spaziano dalla giacca di cui ti abbiamo parlato alle magliette, dalle felpe ai pantaloni, dalle polo agli shorts, ma quello che ti vogliamo raccontare qui è la collezione di tessuti e di trattamenti che fanno grandi i capi del brand, oltre – naturalmente – al design. Prendiamo, ad esempio, il Re-colour: si tratta di un trattamento in due step. Il primo consiste nel bagnare il capo bianco in una tintura acida o reattiva e il secondo è un passaggio nel colore. Grazie al primo bagno, il tessuto cambia in base alla zona e il risultato è un colore tono su tono, cangiante, che ricorda un po’ la presenza della polvere che si accumula su certi tessuti. Il Nyfoil, invece, rende il capo estremamente resistente a pioggia e vento, perché consiste nell’applicazione di uno strato metallico sul tessuto: il risultato è un capo resistente e originalissimo per la finitura che ricorda il metallo liquido. Il Pro-tek è perfetto per chi ama lo sport e la vita all’aria aperta: le giacche di questo materiale sono così leggere che ti sembrerà di indossare una maglia al posto di un giaccone! Il C.P. Shell e la reinterpretazione del brand di un tessuto davvero fantastico, composto da uno strato idrorepellente combinato con uno di rete molto leggero, per un risultato che ti stupirà. E che dire del B-Mesh? Una robustissima membrana resistente all’acqua e due strati incrociati di nylon per un effetto di protezione, leggerezza e traspirabilità.

E adesso, il tocco finale

Quando hai a disposizione una collezione come quella C.P. Company uomo online, non è difficile trovare abbinamenti perfetti nel nostro store. Per le calzature, ad esempio, ti consigliamo le Diadora, con l’italianità nel sangue e la grinta dello spirito sportivo. Come abbinamento per l’outfit, pensiamo che smitizzare il causal con un capo Roberto Collina non farebbe che rendere davvero unico il tuo look! 

Shop Now