Saucony, un brand americano per una scarpa che ha fatto la storia

Nel nostro store, trovi molto Made in Italy e pochi capi e calzature dall’estero e, se ci conosci, sai che lo facciamo per il rispetto e la fiducia che abbiamo nei prodotti italiani, che consideriamo da sempre i migliori al mondo. Tuttavia, ci sono alcune eccezioni che facciamo volentieri: una di questo è per Saucony, un brand americano di scarpe che hanno fatto la storia dello sport agonistico e che, oggi, sono ai piedi di veri intenditori di sneakers. Di chi, per intenderci, pretende dalla calzatura che indossa ogni giorno, le stesse performance che vorrebbe da una scarpa da competizione. 

Cominciamo dall’inizio

Saucony nasce in Pennsylvania, con il nome di S.S.M.C., nel lontano 1898. La sede della piccolissima attività si trovava lungo le rive del fiume Saucony, da cui prese – come avrai intuito – il nome. Il significato è davvero poetico: alla fine dell’Ottocento, la Pennsylvania era zona abitata dai nativi americani, che avevano ribattezzato il fiume con il nome che, nel loro linguaggio, significava “Acque che corrono con leggerezza”. Non a caso, il logo del brand è proprio una piccola onda stilizzata, che fa riferimento a questa storia. 

Tornando al brand, Saucony arrivò, col tempo, a produrre scarpe davvero apprezzate dagli sportivi, ma ci volle l’incontro con Abraham Hyde per far esplodere la loro notorietà.

Un incontro voluto dal destino

Qualche anno dopo la fondazione del brand, a Cambridge (Massachusetts) una località non lontanissima dalla Pennsylvania, il calzolaio russo emigrato Abraham Hyde aprì il suo primo negozio di scarpe: l’“A.R. Hyde & Sons”. La produzione, tutta artigianale, iniziò con la realizzazione e la vendita di pantofole prodotte con i materiali di scarto dei tappeti. Un prodotto talmente apprezzato che, ben presto, il nostro Abraham ampliò la produzione con scarpe per donna e bambino e, poi, dal 1932, con la realizzazione di pattini a rotelle e da ghiaccio. Anche grazie alle capacità del figlio Maxwell, l’azienda (ormai la possiamo definire tale) sviluppò una propria linea atletica mentre, durante la II guerra mondiale, si dedicò principalmente alla produzione di stivali per l’esercito. In questa occasione, fu anche premiata con l’Army & Navy Award per l’eccellenza nella produzione. 

Ma – ti starai chiedendo – perché tutte queste informazioni su Abraham Hyde, mentre parliamo di Saucony?

Perché il nostro protagonista acquisì prima (1952) la Athletic Shoe Company (con cui produsse le calzature per gli astronauti della NASA e gli scarponi indossati da Ed White, nel 1965, per camminare nello spazio) e poi, nel 1968, la S.S.M.C., ossia proprio la nostra Saucony! 

Un colpo di scena che ha rivoluzionato il mercato americano

Fino ad allora, Saucony era un brand semi-sconosciuto, non certo perché non valido, ma solo perché gli appassionati delle sue produzioni preferivano tenere per loro le altissime performance che raggiungevano nello sport, grazie a queste scarpe. Una sorta di ricetta segreta, tenuta segretissima. Ma all’improvviso, un po’ per le capacità del nostro Abraham, un po’ per un articolo apparso su una rivista americana seguitissima dagli atleti e che le premiavano per i loro eccezionali prodotti, ecco che nel 1977 le Saucony diventano richiestissime. Praticamente, nel giro di brevissimo tempo, tutti in America conobbero le Saucony, associando immediatamente queste calzature all’alta qualità e alle grandi prestazioni tecniche. 

I successi di un brand innovativo

Forse non lo sai, ma le Saucony hanno stabilito record in moltissimi campi. Qualche esempio? Sicuramente, sono state le prime scarpe sportive (modello Flight) a utilizzare la celeberrima intersuola EVA a doppia densità, che tutti hanno copiato in seguito. Questo nel 1983, mentre nel 1991 l’azienda presentò il famoso GRID, il primo sistema al mondo capace di offrire cushioning e stability all’atleta. Ma già nel 1980, la Trainer 80 era la scarpa più innovativa per calzata e forma. Insomma, diciamo che Saucony, che oggi noi apprezziamo tantissimo per quanto riguarda le sneakers, ha fatto la storia dello sport americano. Ed è stata ai piedi di tanti atleti che hanno ricevuto riconoscimenti importanti a livello mondiale. 

Le proposte di oggi

I laboratori Saucony continuano a studiare e sperimentare senza sosta, alla continua ricerca di innovazioni che portino gli atleti sempre più avanti, soprattutto nel running. Tra tomaia, suola, intersuola, le novità davvero non si contano. Ma queste calzature sono anche sneakers per tutti i giorni, adatte a chi vuole performance da sportivo per la sua vita quotidiana. Quindi, oltre ai modelli prettamente sportivi come le Echelon, le Guide e le Hurricane, trovi tre modelli imperdibili per il tuo lifestyle di tutti i giorni.

Parliamo delle Jazz, delle Shadow e delle Grid, oggi diffusissime anche in Italia. 

Le Jazz sono forse le preferite per via della loro leggerezza e della innegabile comodità: le trovi in tantissimi colori, in pelle scamosciata con inserti in nylon e l’intersuola bicolore che stabilizza il piede e ammortizza i passi. 

Le Shadow si distinguono dalle precedenti per il particolare inserto stabilizzatore tra suola e tomaia, che ti bilancia perfettamente. La tomaia è in pelle con inserti in mesh e la suola di gomma resiste all’usura del tempo. 

Infine, le Grid: la loro tomaia è in mesh aperto, con ottima traspirazione e inserti in gomma vulcanizzata. Anche per questo modello, vale la regola della stabilità e dell’ammortizzazione degli altri modelli, così come la suola in gomma che le rende indistruttibili. 

Le Saucony sono disponibili in tantissimi colori, anche a contrasto e sono perfette per le tue giornate tra lavoro e tempo libero, perché le puoi indossare tutto il giorno senza quasi sentirle ai tuoi piedi.

Qualche consiglio per abbinarle 

Per abbinare Saucony, il brand americano per una scarpa che ha fatto la storia, ci vuole un outfit di un certo livello, casual, ma sicuramente curato e di qualità top. Se navighi per il nostro store e apprezzi queste calzature, rimarrai piacevolmente colpito dalla scelte che ti offriamo in fatto di look. Ad esempio, potresti scegliere un capo della preziosa collezione Stone Island oppure di quella C.P. Company, che ti faranno sentire bene e a tuo agio in qualsiasi situazione urbana ed extraurbana. 

Shop Now